x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Cosa Nostra, sequestro da 68 milioni di euro a tre imprenditori di Gela

Voce Contro Corrente

Cosa Nostra, sequestro da 68 milioni di euro a tre imprenditori di Gela

martedì 16 Febbraio 2021 - 09:40
Cosa Nostra, sequestro da 68 milioni di euro a tre imprenditori di Gela

Un sequestro di beni pari a 68 milioni di euro. Questo quanto messo in atto dalla Dia e dalla Guardia di finanza di Caltanissetta nei confronti di tre imprenditori gelesi. Attivi nei settori automobilistico, immobiliare ed edile, si sospettano affari con esponenti del clan Rinzivillo di Cosa Nostra.

Antonio Francesco Luca (65 anni), il fratello Salvatore (70) e il figlio di quest’ultimo, Rocco (45 anni) sono stati indagati per concorso esterno in associazione mafiosa.

Cosa Nostra, sequestro da 68 milioni

Le indagini della Dia e della Guardia di finanza hanno messo in luce il reinvestimento di capitali d’illecita provenienza in società intestate ad alcuni familiari dei tre indagati.

Oltre alla provenienza mafiosa del capitale investito nella rivendita di automobili, le ricerche hanno portato alla luce altri meccanismi irregolari. Un mercato del credito prevedeva infatti una dilazione del pagamento delle auto mediante assegni post-datati. In caso di insolvenza, le somme erano recuperate e registrate fittiziamente quali noleggi.

Le capacità intimidatorie parrebbero comunque aver ridotto al minimo le insolvenze.

Le forze dell’ordine hanno apposto i sigilli a due concessionarie, cinque società immobiliari, due edilizie e una che si occupa di alberghi e ristorazione. A queste si uniscono anche 40 terreni, 192 fabbricati e 47 rapporti bancari o finanziari.

Leggi anche: Condannati per mafia o parenti di esponenti della ‘ndrangheta ricevevano il reddito di cittadinanza: 14 denunce

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta