x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Aborto, il Kentucky approva la legge che salva i bambini sopravvissuti

Voce Contro Corrente

Aborto, il Kentucky approva la legge che salva i bambini sopravvissuti

martedì 26 Gennaio 2021 - 13:16
Aborto, il Kentucky approva la legge che salva i bambini sopravvissuti

Diventa legge in Kentucky la proposta che chiede alle cliniche di salvare i bambini che sopravvivono all’aborto.

Kentucky: “Ogni nato ha diritto alle cure”

“Ogni bambino nato vivo, compreso uno nato nel corso di una procedura di aborto, deve essere trattato come una persona giuridica secondo le leggi di questo Commonwealth, con gli stessi diritti a cure e trattamenti appropriati e ragionevoli dal punto di vista medico – recita la legge -. Dopo la nascita, verrà emesso un certificato di nascita e, se la morte avviene dopo la nascita, verrà emesso un certificato di morte”.

Il testo prosegue: “Il genitore o il tutore di un bambino nato vivo non può essere ritenuto penalmente o civilmente responsabile per le azioni di un medico, assistente medico, infermiere specializzato in pratica avanzata, infermiere o altro operatore sanitario che violano questa sezione e a cui il genitore o il tutore non ha dato il consenso”.

Aborto, le dichiarazioni di Ralph Northam nel 2019

Il governatore Andy Beshear non ha posto il veto al disegno di legge. In una situazione analoga, nell’aprile dello scorso anno, Beshear aveva invece agito in maniera opposta, dichiarando che la necessità del momento era essere uniti nella lotta al Covid-19.

Il disegno di legge è uno dei tanti sforzi legislativi a livello statale e federale in risposta alle controverse dichiarazioni del governatore della Virginia Ralph Northam.

Quest’ultimo, nel 2019, a proposito di aborti nel terzo trimestre, fece riferimento all’esempio di un bambino venuto alla luce con gravi deformità. L’allusione era quella ad una discussione tra il medico e la madre.

Le dichiarazioni hanno generato scalpore. Il senatore degli Stati Uniti Ben Sasse del Nebraska ha denunciato il fatto nell’aula del Senato.

“Chiariamo bene di cosa stiamo parlando. Stiamo parlando di uccidere un bambino che è nato. Non stiamo parlando di un eufemismo, non stiamo parlando di un ammasso di cellule – ha tuonato Sasse -. Tutti in Senato dovrebbero poter dire inequivocabilmente che uccidere quel bambino è sbagliato. Questo non richiede alcun coraggio politico”.

Leggi anche: Nel 40° anniversario delle sentenza “Roe vs Wade”, Biden annuncia che codificherà una legge pro aborto

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta