x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

La Pfizer annuncia un taglio drastico dei vaccini in Italia: 140 mila dosi in meno a settimana

Voce Contro Corrente

La Pfizer annuncia un taglio drastico dei vaccini in Italia: 140 mila dosi in meno a settimana

venerdì 15 Gennaio 2021 - 23:24
La Pfizer annuncia un taglio drastico dei vaccini in Italia: 140 mila dosi in meno a settimana

Nella giornata in cui Conte e Speranza annunciano che fino a oggi in Italia sono stati somministrati 1 milione di vaccini, la Pfizer fa tremare il Paese annunciando un taglio drastico della consegna dei vaccini. Dai prossimi giorni rallenteranno le consegne previste in Italia, arrivando a una diminuzione di 140 mila dosi a settimana. Una notizia che manda in tilt gli italiani, la politica e gli scienziati. A commentare negativamente la notizia è il commissario Domenico Arcuri.

Vaccini, taglio drastico in Italia: l’annuncio di Pfizer

Mentre c’è chi si prepara alla seconda dose del vaccino – se mai arriverà, a questo punto – arriva l’annuncio di Pfizer, colosso farmaceutico che produce uno dei due antidoti al Covid. L’azienda ha fatto sapere tramite una nota che a breve diminuiranno le dosi inviate all’Italia e ad altri paesi dell’Ue.

“Alle 15,38 di oggi la Pfizer ha comunicato che a partire da lunedì consegnerà al nostro Paese circa il 29 % di fiale di vaccino in meno rispetto alla pianificazione”, tuona Domenico Arcuri. “Non solo: ha unilateralmente deciso in quali centri di somministrazione del nostro Paese ridurrà le fiale inviate e in quale misura. Analoga comunicazione e’ pervenuta a tutti i Paesi della Ue. La Pfizer ha altresì annunciato che non può prevedere se queste minori forniture proseguiranno anche nelle prossime settimane, nè tantomeno in che misura”.

Una decisione “grave”, dalla “incredibile tempistica”, che ha spinto Arcuri a inviare “una formale risposta a Pfizer Italia, nella quale esprime il proprio disappunto. Riservandosi, in assenza di risposte, ogni eventuale azione conseguente in tutte le sedi”. A Pfizer il Commissario chiede di “rivedere i propri intenti”, auspicando “di non essere costretto a dover tutelare in altro modo il diritto alla salute dei cittadini italiani”.

Pfizer e l’annuncio che spiazza l’Italia: -29% in meno di dosi

Le conseguenze del rallentamento della consegna delle dosi possono essere molto gravi. Si stima che su un arrivo di circa 490 mila dosi a settimana, siano 140 mila le dosi in meno. “Iniziare senza la totalità delle dosi necessarie la somministrazione del vaccino agli ‘over 80’, di provvedere alla seconda dose per il personale sanitario e socio sanitario e per gli ospiti delle Rsa”, mette a rischio il proseguimento della campagna.

Pfizer ha spiegato che dietro alle decisioni c’è la necessità di ristrutturare l’impianto belga di Puurs per aumentare il ritmo produttivo. “Appena ho saputo del ritardo nella produzione di Pfizer – ha dichiarato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen -, ho chiamato l’amministratore delegato: mi ha rassicurato che tutte le dosi previste per l’Ue saranno consegnate nel primo trimestre”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta