x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Vaccino anti Covid, il Cnb: “Non escludere l’obbligatorietà in casi di emergenza”

GinaLoPiparo

Vaccino anti Covid, il Cnb: “Non escludere l’obbligatorietà in casi di emergenza”

martedì 01 Dicembre 2020 - 12:12
Vaccino anti Covid, il Cnb: “Non escludere l’obbligatorietà in casi di emergenza”

Il Comitato nazionale di bioetica (Cnb) esprime la possibilità di rendere il vaccino anti Covid-19 obbligatorio per le categorie più a rischio. L’obbligo eventualmente potrebbe essere revocato in seguito “qualora non sussista più un pericolo importante per la società”.

Vaccino anti Covid, Cnb: “Non si riducano i tempi di sperimentazione”

“Non escludere l’obbligatorietà del vaccino anti-Covid in casi di emergenza, soprattutto per i gruppi professionali maggiormente esposti all’infezione e alla sua trasmissione”, così ha dichiarato il Cnb nel parere “I vaccini e Covid-19: aspetti etici per la ricerca, il costo e la distribuzione”.

Il Comitato ha inoltre posto l’accento sulla necessità che lo stato di emergenza non porti alla riduzione dei tempi di sperimentazione dei vaccini. Tempi “indispensabili sul piano scientifico, bioetico e biogiuridico, per garantire la qualità e la protezione dei partecipanti”, ha specificato.

Per rendere ben accetta ai cittadini la somministrazione del farmaco, sarà inoltre necessaria “una informazione e comunicazione trasparente, chiara, comprensibile, consistente e coerente, basata su dati scientifici sempre aggiornati”. Da identificare “le fonti di disinformazione e falsa informazione”.

Infine, il monito del Comitato è stato indirizzato alle aziende farmaceutiche, perché riconoscano “la propria responsabilità sociale in questa grave condizione pandemica”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta