x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Bonus bici, dal 3 novembre il click day: come ottenere i 500 euro

GinaLoPiparo

Bonus bici, dal 3 novembre il click day: come ottenere i 500 euro

lunedì 02 Novembre 2020 - 11:12
Bonus bici, dal 3 novembre il click day: come ottenere i 500 euro

A partire da domani, martedì 3 novembre, sarà possibile accedere al Bonus Bici. Dalle 9 del mattino sarà disponibile la piattaforma web predisposta dal ministero dell’Ambiente (buonomobilita.it) per fare richiesta del beneficio o richiedere il rimborso degli acquisti effettuati dal 4 maggio. Si tratterà non solo di biciclette, e-bike, monopattini, hoverboard, segway, ma anche di servizi di mobilità condivisa, come scooter e bike sharing. Escluso, invece, il car sharing.

Ottenere il bonus è semplice ma sarà necessaria molta velocità: l’erogazione del beneficio terrà infatti conto della data di inserimento della richiesta, non di quella riportata su scontrini o fatture. Dunque, sarà bene avere con sé tutto il necessario all’inoltro.

Bonus bici, come funziona?

L’incentivo riguarda gli acquisti effettuati dal 4 maggio al 31 dicembre 2020. Biciclette, anche assistite (elettriche), monopattini, hoverboard e servizi di sharing sono compresi nel novero delle spese coperte. Il bonus è pari al 60% della spesa sostenuta, ma non può superare la soglia massima di 500 euro.

Chi vuole effettuare gli acquisti sfruttando il beneficio, dovrà semplicemente registrarsi alla piattaforma del ministero per ricevere il bonus da spendere entro 30 giorni. Se, invece, l’acquisto è già stato effettuato e si deve richiederne il rimborso, bisognerà corredare l’iscrizione di scontrino parlante o fattura relativa all’acquisto stesso.

Per registrarsi al portale bisognerà essere in possesso di:
1) Identità Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
2) Scannerizzazione in formato Pdf della fattura o dello scontrino «parlante» a proprio nome;
3) Iban per ricevere il rimborso.

Bonus bici, chi può richiederlo?

Il bonus è richiedibile da tutti i cittadini maggiorenni residenti nei Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti. Inclusi anche i capoluoghi di Regione, delle Città metropolitane: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia. A questi si aggiungono, infine, anche i capoluoghi di Provincia.

Esclusi molti pendolari, studenti e lavoratori fuori sede, che hanno domicilio in città ma residenza nel luogo di provenienza. Inclusi, invece, i pendolari che abitano presso comuni della cintura delle grandi città metropolitane.

Per gli esercenti l’applicazione predisposta dal Ministero dell’Ambiente è operativa già dal 19 ottobre. Bisogna solamente accreditarsi in una sezione specifica del sito utilizzando le credenziali Entratel/Fisconline.olo.

Al fine di risolvere tempestivamente eventuali problemi che potrebbero nascere nel cosiddetto “click day”, dalla mattina del 3 novembre sarà attivo un team apposito. Il centralino del Ministero sarà disponibile al numero 06.57221, quello dell’Urp al numero 06.57225722 (e-mail: urp@minambiente.it).

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta