x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Coronavirus, Sgarbi: “Il governo finge un’emergenza che non c’è”

Gabriele Giovanni Vernengo

Coronavirus, Sgarbi: “Il governo finge un’emergenza che non c’è”

lunedì 02 Marzo 2020 - 16:13
Coronavirus, Sgarbi: “Il governo finge un’emergenza che non c’è”

«Non esiste alcuna epidemia! È una situazione grottesca! Il governo finge un'emergenza che non c'è!». Il critico d’arte e parlamentare Vittorio Sgarbi interviene sulla questione Coronavirus e tuona contro il governo.

«Non esiste alcuna epidemia! È una situazione grottesca! Il governo finge un’emergenza che non c’è!». Il critico d’arte e parlamentare Vittorio Sgarbi interviene sulla questione Coronavirus e tuona contro il governo.

«Bisogna presentare subito – continua Sgarbi – un esposto alla Corte Costituzionale per procurato allarme: lo ha provocato un presidente del Consiglio venuto dal nulla, che non sa nulla e che ha voluto dimostrare di essere più bravo di Attilio Fontana e di Luca Zaia. È tutta una grande finzione. Tutto il governo, se i ministri fossero coerenti, dovrebbe dare le dimissioni.Speranza? Si è accertato di un allarme fasullo».

LE CONGRATULAZIONI DA PIÙ PARTI

«Dopo il mio intervento alla Camera- rivela Sgarbi – sono venuti tutti a dirmi che avevo ragione: da quelli di Forza Italia ai leghisti, compreso l’ex viceministro Massimo Garavaglia. Lo ha fatto anche il sindaco di Arona, Alberto Gusmeroli, che sul lago ha avuto un crollo del 60 per cento delle prenotazioni degli alberghi. Tutti a dirmi che avevo ragione e poi tutti hanno votato per estendere all’intero Paese misure inutili dettate dalla follia totale per questo coronavirus».

IL RIMEDIO?

«E comunque – afferma ironicamente Sgarbi l’unico antidoto al Coronavirus sono io. Anzi, questa settimana penso a come litigare con uno dei due Corona, o Mauro o Fabrizio, devo decidere».

IL CORONAVIRUS NON HA FERMATO L’AMORE PER LA CULTURA

«Ho continuato – ha raccontato Sgarbi – a vedere tutti i posti chiusi facendomeli aprire. Ma come si fa a chiudere i musei e i luoghi d’arte per un pericolo che non esiste?».

UN DANNO INCREDIBILE ALL’ECONOMIA

Sgarbi sofferma la propria attenzione sul danno creato dall’allarmismo per il Coronavirus all’economia.

«Hanno provocato dei tali danni all’economia – spiega Sgarbi – che non sarà semplice ripartire. Hanno bloccato le aziende, l’export…A Prato c’è la più grande comunità cinese d’Italia, una delle più grandi d’Europa, e in Toscana è tutto tranquillo. Dov’è il pericolo – continua Sgarbi – che ha portato a chiudere le fabbriche, gli uffici, i musei, i teatri, gli stadi? A Napoli non c’è stato nemmeno un caso ma il sindaco ne ha approfittato per chiudere le scuole: è un delirio! Sembra che sia tornata la peste manzoniana a questa cosa del virus ha portato un unico vantaggio…Le sardine – conclude Sgarbi – sono scomparse e che in quarantena ci vada Conte, invece di andare in tivù come una soubrette!».

Gabriele Giovanni Vernengo

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta