x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Coronavirus, primo caso positivo in Sardegna

Voce Contro Corrente

Coronavirus, primo caso positivo in Sardegna

lunedì 02 Marzo 2020 - 16:11
Coronavirus, primo caso positivo in Sardegna

Primo caso di coronavirus in Sardegna: un paziente è risultato positivo al test ed è attualmente ricoverato a Cagliari. Le ultime.

Primo caso di coronavirus in Sardegna: un paziente è risultato positivo al test ed è attualmente ricoverato a Cagliari. La Regione Sardegna, che ha dato la notizia, ha spiegato che la conferma avverrà dopo la verifica del tampone da parte dell’Istituto Superiore della Sanità.

La Regione Sardegna ha fatto sapere che «la situazione è sotto controllo e le strutture sanitarie regionali rimangono operative per fare fronte ad ogni evenienza. Ad oggi nessuna delle persone sottoposte a vigilanza è in una condizione tale da destare allarme».

Attivati, di conseguenza, dall’Unità di crisi regionale i protocolli nazionali e regionali per individuare e porre in sorveglianza attiva i familiari e tutte le persone che sono state in stretto contatto con il paziente attualmente ricoverato.

Ll’uomo, ricoverato a Cagliari, si trova all’ospedale Santissima Trinità, dopo aver chiamato il 118 per segnalare sintomi, tra cui la febbre.

Si tratta di un imprenditore di Quartu Sant’Elena, 40 anni, titolare di un locale, che è stato a Rimini una decina di giorni fa e avrebbe cominciato a star male dopo il rientro in Sardegna, in un viaggio fra Alghero, dove aveva fatto tappa prima di tornare a casa, e Quartu.

Dall’ospedale hanno fatto sapere che «la situazione è sotto controllo e costantemente monitorata – ha dichiarato il governatore Christian Solinas – Ogni evoluzione è seguita con la massima attenzione e le misure di sicurezza sono operative su tutto il territorio. Anche in questo caso, di cui stiamo attendendo conferma dall’Istituto superiore di sanità, il sistema regionale ha risposto rapidamente».

«Le procedure per arrivare ai primi risultati sono state attuate in maniera corretta – ha aggiunto l’assessore della Sanità Mario Nieddu – il paziente si è rivolto al numero per le emergenze e questo ha consentito di svolgere le prime valutazioni e di prestargli assistenza nella massima sicurezza».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta