x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Coronavirus in Italia, la Protezione Civile aggiorna il bilancio: “132 casi positivi”

Voce Contro Corrente

Coronavirus in Italia, la Protezione Civile aggiorna il bilancio: “132 casi positivi”

domenica 23 Febbraio 2020 - 12:53
Coronavirus in Italia, la Protezione Civile aggiorna il bilancio: “132 casi positivi”

Il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso di una conferenza stampa a Roma ha fornito i dati raccolti dalle Regioni sulla situazione relativa al Coronavirus.

Il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso di una conferenza stampa a Roma ha fornito i dati raccolti dalle Regioni sulla situazione relativa al Coronavirus: «Abbiamo 132 persone sono risultate positive 2 decedute ed una guarita. I numeri sono: per la Lombardia ad ora ci sono 89 persone affette dal Coronavirus, in Veneto 24, in Piemonte 6, in Emilia Romagna 9 e 2 nel Lazio. 129 persone sono sotto osservazione del Servizio sanitario nazionale: 54 sono negli ospedali con sintomi, 26 in terapia intensiva e 22 in isolamento domiciliare».

«Sono stati effettuati oltre tremila tamponi e dunque c’è un livello elevatissimo di screening sanitario» sul cornavirus, ha aggiunto Borrelli.

Il Capo dipartimento della Protezione Civile ha poi affermato che «non siamo riusciti ad individuare il paziente zero e dunque è difficile formulare previsioni sulla diffusione. La decisione valida da adottare è stata quella di chiudere questi territori».

Infine, sono già disponibili migliaia di posti letto in decine di strutture militari in Italia nel caso fosse necessario mettere i cittadini in quarantena. Borrelli ha spiegato che l’Esercito ha messo ha disposizione 3.412 posti letto in oltre mille camere, mentre l’Aeronautica ne ha dati circa 1.750. «Abbiamo fatto inoltre una ricognizione con le regioni per gli alberghi – ha aggiunto – e siamo pronti ad utilizzarli».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Italia al 4° posto nella classifica mondiale dei contagi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta